Mi sa che non “ce l’abbiamo duro”

viagra_dw_wirtschaf_168101g.jpg Io sono di Como. Como è profondamente a nord. Voglio riportare un ricordo di anni fa.

Ero un bambino. Ero un bambino buono. Abitavo in campagna. A quel tempo esistevano ancora contadini a Como. Oggi sono estinti. Ricordo che, girogavando con il mio amico Lorenzo, incappammo in un contadino di cui non ricordo il nome. Iniziammo a parlare quando, non sò per quale ragione, venne fuori la parola terone (attenzione, con una r non 2) . Eravamo piccoli e quindi, con la curiosità tipica dei bambini chiedemmo:” Cosa vuol dire terone?”. Ed elli a noi. (questa cosa me la ricorderò per sempre). “La gente del sud si divide in due. I buoni che si chiamano meridionali ed i cattivi che sa ciamen teruni (si chiamano teroni)”.  

Ora io posso dire che la gente del nord si divide in due. Quelli buoni che si chiamano persone e quelli cattivi che si chiamano leghisti.

Questo, invece, un ricordo di pochi giorni fa. Ero in una caserma di polizia e ritirare i documenti della mia ,ormai ex, macchina. Con me, nella sala d’attesa, c’era un signore sulla settantina di origini meridionali. Al muro erano affissi alcuni cartelloni, tra cui uno che spiegava come riconoscere e come trattare gli animali infetti dall’influenza aviaria. Parlando, un pò da solo ed un pò con me,il signore anziano, dice: “Ecco, sapete chi le porta tutte queste malattie? I negri, ecco chi le porta”. Ed io:” Ma guardi che sono gli uccelli a portare quella malattia”. E Lui :” Si, gli uccelli dei negri (ride). Ma poi portato la TBC, la meningite e chi sa che altro”. E così va avanti per un pò a citare malattie a caso incolpando, praticamente, tutto il sud america, l’africa e buona parte dell’oriente.

Agghiacciante! Alle volte è faticoso vivere nel profondo nord!

Annunci

~ di Andrea su dicembre 21, 2007.

8 Risposte to “Mi sa che non “ce l’abbiamo duro””

  1. Quando noi “umani” impareremo a giudicare le persone in quanto tali e solo per quello che sono, e non per la loro appartenenza a razza, etnia, religione o provenienza, la civiltà avrà fatto un bel passo avanti!

  2. E che non si riesce a capire che uno str… è uno str…. a prescindere dalla sua nazionalità , etnia, ecc…..

    Scusa ma quando ce vo ce vo!

    PS: grazie per il tuo commento su “Trasparenze Ingannevoli”: mi ha emozionato leggerlo davvero

    Buon Natale Andrea a te ed a tua moglie Valentina

    Daniele

  3. Caro andrea, le teste di cazzo sono ovunque, a nord e a sud. Parlo da persona nata al centro, con parenti del sud e residente attualmnte al centronord. Il razzismo e la stupidità sono doti che sfidano ogni punto cardinale.

    Ti lascio con una battuta coniata sul momento:

    IL senatore Roberto Calderoli si è appena rimesso dopo un violentissimo attacco di colite. “E’ stata un’esperienza terrificante”, ha commentato, visibilmente provato, l’attacco di colite.

  4. Io li chiamo vecchiacci malevoli.
    Tempo fa’ io e mio marito,eravamo alla cassa di un SuperM..La cassiera era nera (etiope penso) e uno di quei vecchiacci la stava trattando da schifo,dicendo che aveva battuto due volte un articolo.Le ha rifatto il conto,dimostrando di aver ragione.Mentre quello insccava,mio marito ha chiesto alla cassiera se avesse notato quali quotidiani avesse comprato il cliente.Erano La Padania e il Giornale e mio marito disse”Cosa si aspetta da chi legge giornali del genere?”.Non l’avesse mai detto!L’altro l’ha assalito a male parole ,ma mio marito l’ha zittito dicendogli” Constato solo che lei è una persona coerente ,fedele alle sue idee,discutibili”.
    Vi faccio i migliori auguri di Buone Feste!
    Cristiana

    PS. L’idea del Capo_papa” non è malvagia,ma la mia è un’altra.

  5. la fregatura del razzismo è che si tratta di un “pensiero” semplice, certo molto più facile che pensare veramente. La paura dell’uomo nero è una paura infantile e resta tale anche se a provarla è un povero e inutile personaggio ormai in là con gli anni. Purtroppo ho dovuto constatare che il razzismo non ha nazione, ma è globale. Nel mio recente viaggio in India ho potuto vedere discriminazioni da lasciare senza fiato…certo qui nelle nostre latitudini non è che siamo messi bene. Ma, alla fine, chi muove veramente i sentimenti e i pensieri sono le persone che vanno ben oltre le apparenze…

  6. @franca Sacrosanto
    @daniele Buon natale anche a te e confermo:quando ce vo ce vo!
    @GG Immenso!!
    @niki io ,come ti ho postato ,rilancio di vladimiro!!
    @pmor “le persone che vanno ben oltre le apparenze” AMEN. In bocca al lupo per La Provincia

  7. Io, essendo di Ancona, ma vivendo a Parma sono già terrona a metà e non ti sto a raccontare a che scene agghiaccianti ho assistito… tipo baristi che si rifiutano di dare un caffè ad un napoletano finché questi non glielo domanda in perfetto dialetto parmigiano…
    Posso solo augurargli di dover presto emigrare in Germania o in Svizzera…

  8. questo post è fantastico!
    A questo punto ti link!!!
    :)

    Zion

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: